“Carenza di container nei porti italiani”

“Carenza di container nei porti italiani”

L’epidemia, l’assedio del Canale di Suez e il forte aumento del prezzo dei container hanno avuto un impatto importante sul settore della logistica, soprattutto per chi lavora a livello globale. Ne abbiamo parlato con Ricardo Martini, CEO di TCS Tramaco, la società italiana che ora possiede il terminal VGD di Venezia.

Fresh Plaza (FP): Come ha influito il recente assedio di Suez Spedizioni verso porti italiani e soprattutto dal punto di vista ortofrutticolo?
Ricardo Martini (RM): L’incidente ha avuto un ritardo di circa otto-dieci giorni per le navi in ​​attesa di salpare dal Mediterraneo al Medio Oriente e all’Estremo Oriente. Tali ritardi possono causare problemi con la qualità di prodotti delicati come i kiwi, e il periodo di esportazione in Estremo Oriente è praticamente terminato. Per quanto riguarda le mele, vengono ancora esportate in buone quantità ei rischi legati alla qualità dovrebbero essere molto bassi. La situazione aziendale è diversa perché le consegne sono ritardate, ma questo è difficile da misurare.

Un altro problema è il ritardo delle navi che navigano dal sud al Mediterraneo. Ritardare le importazioni significa ritardare la disponibilità di nuovi container per l’esportazione in un momento in cui in molti porti italiani c’è già carenza di container vuoti.

FP: Qual è la situazione attuale dei container refrigerati e dei loro costi?
RM: Dopo la recessione provocata dall’epidemia, l’Estremo Oriente e gli Stati Uniti sono tornati in attività. Per questo motivo, le aziende stanno spostando il maggior numero possibile di container in questi modi, con tariffe di trasporto premium, molto richieste, in alcuni casi 10 volte superiori rispetto allo scorso anno.

READ  'Parte d'Italia che vola intorno al mondo': l'ascesa e la caduta di Alitalia

Ciò ha implicazioni per le nostre esportazioni, che devono fare i conti con la disponibilità limitata di container e spazio di spedizione. Tuttavia, coloro che devono pagare tariffe di trasporto più elevate a causa di vari aumenti e supplementi sono stati in alcuni casi costretti a chiudere la stagione delle esportazioni così come il Canada. Una nota a Toronto che costava circa $ 3/4000 all’inizio della stagione e ora costa $ 8/9000.

FP: Che ruolo gioca il Porto di Ravenna nel settore ortofrutticolo, o può farlo?
RM: Ravenna continua a svolgere un ruolo importante non solo a livello nazionale, ma anche a livello europeo, per le importazioni che coprono il Mediterraneo orientale, mentre tutto il Mar Adriatico risente della mancanza di servizi tempestivi per la frutta apparsa nel Porti centroamericani e sudafricani, prediligendo i porti del Mar Tirreno. La mancanza di servizi transsocianici diretti indica anche un limite alle esportazioni. Peccato perché la Romagna ha una produzione eccezionale per dimensione e qualità del territorio nazionale e trae grande vantaggio dall’utilizzo del vicino porto. Infatti, le associazioni dei costruttori e le autorità regionali sono coinvolte per capire come migliorare la capacità di esportazione del porto di Ravenna.

Porto di Ravenna (Fonte: sito dell’Autorità Portuale)

FP: Come ti adatti alla situazione logistica causata da TCS Tramaco? RM: Dopo la prima emergenza di un anno fa, il settore della logistica ha imparato ad affrontare l’epidemia e ha preso tutte le misure necessarie per garantire servizi sicuri. TCS Tramaco sta sfruttando questo sottile momento per fornire lavoro intelligente e altre misure di sicurezza negli uffici e nei magazzini a livello aziendale, nonché a livello aziendale, cercando di modificare il più possibile le visite. Per clienti italiani e stranieri con videoconferenza, anche se non è così. Soprattutto sentiamo la mancanza di fiere, che significa il momento in cui non possiamo sopperire alla mancanza di comunicazione con i clienti e all’opportunità di migliorare l’azienda. Devo dire che l’intera struttura ha mostrato ottimi risultati dagli uffici di Valencia e Copper e dalla casa madre in Italia.

READ  I migliori 30 Kway Impermeabile Uomo per te

FP: Ci sono nuovi progetti in corso? RM: Accettiamo l’idea che ciò di cui abbiamo bisogno per investire nel futuro sia in tempi di crisi, per questo abbiamo recentemente acquisito il terminal refrigerato VGT nel porto di Venezia, che da gennaio è gestito dalla nostra società Venice Gold Stores SRL. . In tal modo, abbiamo rafforzato la nostra rete di servizi climatizzati nell’Adriatico settentrionale, tra cui Venezia con Ravenna e Copernicus. Con celle frigorifere piene di frutta e verdura provenienti da Egitto, Israele e Polonia, le attività del primo mese sono molto incoraggianti.

Per maggiori informazioni:
DCS Dramaco
Fronte Via Magassini, 63 – Ravenna
+39 0544 426711
tramaco@tramaco.net
www.tramaco.net

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it