Demontis: il trattamento italo-canadese durante la guerra era una brutta macchia

Demontis: il trattamento italo-canadese durante la guerra era una brutta macchia

Le scuse del Primo Ministro sono una consolazione per chi non deve più ascoltarle

Contenuto dell’articolo

La detenzione di migliaia di italocanadesi durante la seconda guerra mondiale può essere descritta solo come una brutta macchia nella storia del Canada, e sebbene il primo ministro Justin Trudeau si sia recentemente scusato formalmente in pubblico per le orribili ingiustizie di questo periodo, le scuse sono arrivate troppo tardi.

La maggior parte è già morta.

Quando dichiarò guerra al regime fascista italiano nel 1940, Trudeau disse che il paese non doveva seguire i canadesi di origine italiana: “È giusto sostenere il regime italiano che si schierava con la Germania nazista”, disse a C.P. Storia.

“Ma è sbagliato sacrificare italo-canadesi rispettosi della legge”.

Ci scusiamo, ma non è stato possibile caricare questo video.

È vero che l’allora governo vedeva quel controllo come un modo per trattare con coloro che simpatizzavano con Mussolini.

Ma quel numero era così piccolo che la sospensione della maggioranza non era solo inutile, ma infondata, provocando un disagio incredibile alle vittime, uno stigma che sarebbe durato per decenni.

Pubblicità

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

Nuovo documentario chiamato Intercettazione: storia mai raccontata Realizzato esclusivamente DLN Media Group Ha il suo debutto mondiale questo fine settimana sia in italiano che in inglese, e offre nuovi spunti sul trattamento brutale degli italiani che erano considerati nemici alieni.

Aldo de Belis, Presidente del DLN Media Group
Aldo de Belis, Presidente del DLN Media Group Foto fornita da /Alto de Felice / DLN Media Group

Aldo de Belis, presidente del DLN Media Group, ha dichiarato:

READ  Gli anziani si riferiscono a ottobre come "Mese della tradizione e della cultura italoamericana"

Molti sono stati privati ​​della cittadinanza, anche quelli nati in Canada, e strappati ai propri cari.

Hanno sequestrato le loro proprietà e sono stati trattati come criminali comuni.

Molti furono mandati in vari campi di prigionia nell’ovest e nel Quebec e nel nord dell’Ontario.

Pubblicità

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

Questi allenatori erano considerati criminali senza il giusto processo per difendersi, dice de Felice.

Sono imprenditori, editori di giornali, medici, lavoratori – persone che parlano della loro vita.

Gli allenatori indossavano divise che presentavano un grande cerchio rosso sul retro, rendendolo un facile bersaglio se avessero scelto di scappare.

Ma non hanno corso, anche se un allenatore ha avuto la possibilità di scappare quando la sua guardia ha avuto un infarto.

Invece, è rimasto e ha aiutato l’uomo.

Ci scusiamo, ma non è stato possibile caricare questo video.

Un altro prigioniero ha lavorato per la prima volta alla realizzazione di uniformi per i soldati canadesi, prima di essere anche mandato via.

Un editore di giornali ha sequestrato anche la sua macchina da stampa insieme ai suoi beni.

Il famoso giudice Frank Igbochi, un ex giudice della Corte Suprema del Canada, ha visto i suoi genitori etichettati come stranieri nemici, in un precedente documentario della DLN che ha completamente infranto i valori che sono entrati in guerra per difendere il Canada.

Pubblicità

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

Decenni dopo la guerra, molti canadesi di origine italiana continuarono a lottare con l’umiliazione di essere dichiarati nemici di un paese che amavano così tanto.

READ  I migliori 30 Carrello Cucina Acciaio per te

Ho bisogno di sapere – anche se la guerra è finita molti anni prima che io nascessi, sono cresciuto con lo stigma di essere italiano, la vergogna di non raccontare la mia razza.

Ho imparato ad affrontare le molestie di alcuni compagni di classe, anche vicini di casa, da un insegnante di scuola pubblica che conosceva bene il disprezzo per gli italiani.

Non dimenticherò mai il giorno in cui un giovane in bicicletta è corso deliberatamente verso di me su un marciapiede mentre tornavo a casa da scuola, prendendomi a calci e sentendo la parola “W” più e più volte.

Ero spaventato, ma peggio – il cuore spezzato.

Non sono solo.

“Le persone non si rendono conto di quanto sia profondo questo sistema nella storia canadese”, ha detto De Felice, un avvocato professionista.

Pubblicità

Questo annuncio non è ancora stato caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Contenuto dell’articolo

“La verità è che quando gli italiani sono stati bollati come alieni nemici … lo stigma è durato decenni”. La ripresa alla fine arriverà, ha aggiunto de Felice, ma è un processo lungo e duramente conquistato che riflette le vittorie viste nelle influenze italo-canadesi che permeano con orgoglio ogni aspetto del paese oggi.

Questo è ciò che rende il documentario DLN così importante con i suoi reportage.

“E ‘stata una coincidenza che questo documentario fosse disponibile quando sono state concesse scuse formali”, ha detto de Felice.

“Ci abbiamo lavorato per due anni, ed è una storia monumentale che vogliamo vedere condivisa nelle scuole di tutto il mondo. È importante considerare quanti anni sono passati prima che le scuse formali fossero fatte dal governo canadese”.

READ  I migliori 30 Kit Unghie Gel Completo per te

Credo che dovrebbe essere opportuno solo impedire che accada di nuovo.

Inoltre, queste scuse iniziano il processo di guarigione tanto necessario, oltre a dare alle vittime un senso di chiusura. L’umiliazione inutile è un terribile fardello da portare avanti per tutta la vita.

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. La moderazione dei commenti può richiedere fino a un’ora prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche e-mail. Se ricevi una risposta al tuo feedback, ora riceverai un’e-mail con un aggiornamento al thread di commenti che stai seguendo o se un utente ha commentato. La nostra visita Linee guida della community Per ulteriori informazioni e dettagli su come risolvere il problema E-mail Impostazioni.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it