Gucci è il marchio italiano più prezioso, secondo la classifica del marchio Z – WWD

Gucci è il marchio italiano più prezioso, secondo la classifica del marchio Z – WWD

Milano – Gucci è al primo posto nel marchio Cantor Z2021 Top 30 Most Valuable Italian Brands Rank, che misura il valore dei marchi combinando i dati finanziari con la ricerca sull’equità del marchio.

Fashion House è in cima alla lista per il terzo anno consecutivo, con un valore del marchio di $ 33,8 miliardi, in crescita del 12% rispetto al 2020.

In classifica figurano anche gli altri sei marchi di lusso. Prada è il secondo marchio più prezioso tra i giocatori di moda e lusso per un valore di quasi 4 miliardi di dollari, al sesto posto nella lista dietro la casa automobilistica Ferrari.

Fendi e Poteca Venetta sono stati i rialzisti più veloci, con il valore del marchio del primo in aumento del 48% a 3,2 miliardi di dollari e il secondo del 54% a 2,2 miliardi di dollari. Si sono classificati rispettivamente all’ottavo e al 12 ° posto, mentre Armani si è classificato al 13 ° posto con un valore del marchio di 2,1 miliardi di dollari.

Bulgaria e Salvador Ferragamo hanno chiuso rispettivamente al 15 ° e 19 ° posto, ma hanno registrato il trend opposto. Il primo è aumentato del 27% a $ 1,6 miliardi, mentre il valore del marchio è sceso dell’11% a $ 1,1 miliardi.

“Essere riconosciuti come leader nel tuo centesimo anno significa la capacità di garantire che un marchio rimanga contemporaneo, e penso che questo sia davvero uno dei più grandi punti di forza di Gucci: la capacità di riscoprirlo e continuare a garantire che sia rilevante oggi, Executive di Gucci Il vicepresidente del marchio e del coinvolgimento dei clienti Robert Trifus ha dichiarato al WWD.

READ  Il giornalista italiano Carlo Festa: "Suning Inter da vendere"

Ha elogiato il direttore creativo dell’etichetta Alessandro Michel per il suo contributo a questo approccio, uno degli elementi chiave del mandato del designer è stata la sua profonda conoscenza dell’archivio di Gucci e come racconta storie attraverso l’archivio in un modo molto contemporaneo, non solo con una generazione cresciuto con Gucci ma anche con una nuova generazione di Gucci. “

A tal fine, l’approccio “digital first” di Gucci ha inoltre svolto un ruolo chiave nel coinvolgere e coinvolgere sempre più questa comunità intergenerazionale, consentendo così all’aumento del valore del marchio dell’azienda negli ultimi due anni.

Secondo Trifus, il digitale copre ogni aspetto del nostro modo di fare affari, soprattutto in un mondo in cui la distanza sociale è diventata una parte del modo in cui ci assicuriamo di essere molto intelligenti su come distribuiamo il nostro prodotto o forniamo ai nostri clienti un’esperienza fluida e coinvolgente . “

Il dirigente ha sottolineato che l’azienda ha sviluppato un tale ecosistema con molta attenzione negli ultimi anni e che la spinta digitale crescerà solo in futuro. Inoltre, un’altra spinta sarà incentrata sul cliente, un approccio che dovrebbe essere consegnato a bordo “con un mix di arte e scienza”.

“Innanzitutto, devi avere l’infrastruttura, la piattaforma tecnica, per consentire al tuo cliente di raggiungere ogni diverso punto di contatto in modo tempestivo e personalizzato … ma l’arte ha a che fare con questo”, ha detto, sottolineando l’importanza di narrativa. “Se il contenuto è giusto, i sistemi di distribuzione sono corretti e se è personalizzato, hai una ricetta di successo”.

Secondo Trifus, anche la ricetta del successo di Gucci è inclusa generosamente. “Storicamente il lusso era lontano, Alessandro Michel e Marco Pissari [the brand’s chief executive officer] Entrambi sono stati molto dirompenti all’inizio e hanno infranto le regole in un certo senso “, ha detto. “

READ  Party lascia quarterback infortunato, partita Djokovic-Chittagong rinviata per pioggia

Per Trifas, il contenuto aggiunge diversità e coerenza, il tutto è diventato ancora più importante durante le epidemie, soprattutto perché le generazioni più giovani si aspettano dal marchio che acquistano.

Nel complesso, la ripartizione del COVID-19 e la successiva recessione non hanno ridotto le prestazioni delle prime 30 società italiane nell’elenco del marchio Z, con il loro valore totale del marchio aumentato dell’11% nel 2022 a $ 114,6 miliardi. In particolare, le 17 società nell’elenco hanno registrato in media il 24% del loro aumento di valore.

Top 30 dei marchi italiani più preziosi per Brand Z

Top 30 dei marchi italiani più preziosi per Brand Z
Per gentile concessione di Gander Brand Is

L’accelerazione delle strategie di marketing digitale ha fornito opportunità ai marchi non solo nella moda ma anche in una varietà di generi. I marchi di lusso italiani hanno rappresentato il 42% del valore totale del marchio dei primi 30 posti e 12 categorie sono state menzionate nella classifica, con aziende di telecomunicazioni, energia, cibo e operatori automobilistici che sono apparsi nei primi 10 posti.

In particolare, la società di servizi NL è il secondo marchio italiano più prezioso con $ 13,6 miliardi, seguita da Tim, Kinder e Ferrari con $ 9,1 miliardi, $ 8,9 miliardi e $ 6,8 miliardi rispettivamente.

La lista italiana di BrandZ compila un’analisi finanziaria di ciascuna etichetta per l’anno fiscale più recente con sondaggi distribuiti a 70.000 consumatori italiani. Inoltre pubblica ogni anno un elenco dei 100 migliori marchi globali di maggior valore, combinando i dati di mercato con le opinioni di oltre 3,8 milioni di consumatori in tutto il mondo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it