I portici italiani di Bologna sono patrimonio mondiale dell’UNESCO

I portici italiani di Bologna sono patrimonio mondiale dell’UNESCO

I portici medievali di Bologna sono stati inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Roma:

Mercoledì i portici medievali di Bologna sono stati inseriti nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, con l’Italia che registra riconoscimenti per il suo patrimonio culturale.

Un portico di portici lungo le strade del centro storico della capitale dell’Emilia Romagna è stato riconosciuto come “il miglior esempio di un tipo di edificio, architettura o insieme tecnico o paesaggio che illustra una o più fasi importanti della storia umana”, ha affermato l’UNESCO in una nota.

A partire dal XII secolo, questi portici si estendono per 62 chilometri (39 miglia) nella città medievale, la maggior parte dei quali si trova nel centro.

Sono realizzati in legno, pietra, laterizio o cemento armato e comprendono strade, piazze, colonne e marciapiedi. Fungendo da riparo dal sole o dalla pioggia, hanno accolto per secoli le bancarelle dei mercanti e le botteghe degli artigiani.

Nel corso dei secoli hanno anche aumentato l’offerta abitativa della città, in cui sono stati costruiti dormitori – una proprietà per Bologna, che ha accumulato milioni di studenti da quando la sua università è stata fondata nel 1088, rendendola una delle più antiche del mondo.

Oltre ai portici di Bologna, l’Italia ha ora riconosciuto 58 siti nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Questi includono centri storici come Roma, Napoli e Firenze, Venezia e la sua piscina, così come interi centri cittadini come le rovine del sito archeologico di Pompei ed Ercolano e la bellissima spiaggia di Amalpi.

La nuova classifica “ci porta immensa soddisfazione e un grande riconoscimento”, ha detto il sindaco di Bologna, Virginio Merola.

READ  Gli avvocati italiani di Adok hanno accusato i funzionari di petizione di cattiva condotta

Solo le dodici serie di portici e gli abitati circostanti sono classificati come Patrimonio dell’Umanità.

“Nel XX secolo, l’uso del cemento ha permesso di sostituire i tradizionali portici architettonici con nuove possibilità di costruzione ed è emerso un nuovo linguaggio architettonico per i portici …” ha scritto l’UNESCO.

“I portici sono diventati espressione ed elemento dell’identità urbana di Bologna”, ha affermato.

Il corridoio più lungo del mondo, una basilica che si trova sopra la città, è considerato il portico che conduce al santuario di Bologna in Madonna, San Luca. Il portico è lungo 3,8 km e presenta 664 curve.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed integrato.)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it