I teenager italiani Janic Sinner e Lorenzo Musetti, una visione per il futuro?

I teenager italiani Janic Sinner e Lorenzo Musetti, una visione per il futuro?

Il loro stile e la loro personalità possono variare notevolmente, ma i giovani italiani Jonic Sinner e Lorenzo Musetti seguono percorsi simili verso i vertici del tennis maschile.

L’ex campione del Next General Sinner ha corso fino ai quarti di finale l’anno scorso e ha goduto di una performance del Grande Slam. Otto mesi dopo, è tornato per la seconda settimana consecutiva al Roland Carros, questa volta con il compagno diciannovenne Musetti, realizzando il suo grande pareggio in un major.

Sinner, il 18° classificato ad affrontare la propria partita contro il 13° campione in un match terminato all’1.30 dello scorso ottobre nell’autunno-inverno del Roland Garros, ritardato dall’epidemia di Covit-19, affronta un altro scontro con Rafael Nadal.

Il compito di aspettare il prossimo turno non è da meno per Musetti, che ha sei mesi meno di Chinnar, e il numero uno del mondo Novak Djokovic gli sta di fronte.

“Anche io Janic, penso che siamo il futuro del tennis italiano e del tennis in generale”, ha detto Musetti dopo una vittoria di cinque set sul compagno Marco Cecchinado.

“È un po’ più avanzato di me. Ora vivo come ha vissuto lui l’anno scorso. “

La maturità di Sinner è notevole per un giocatore della sua età e i suoi poteri regressivi sono stati messi in mostra quando ha salvato un match point nella vittoria del turno di apertura sul francese Pierre-Hughes Herbert.

“Quando hai un punto (dalla perdita), sarei già a casa se perdessi quel posto”, ha detto Sinner. “Rende le cose un po’ diverse. (Ma) sono ancora qui.”

“‘Motivazione mentale’, è una parola grossa, ma può darti (questo), ovviamente”, ha detto.

READ  I migliori 30 Abbigliamento Yoga Donna per te

Sebbene l’approccio di Chinner sia simile a quello di una macchina, rispetto a Djokovic, Musetti è visto come un artista e più attitudinale, più incline a scoppi emotivi in ​​campo.

‘Ognuno è diverso’

“Siamo diversi. Veniamo prima da altre parti d’Italia – ha detto Sinner -. Quando quelli intorno a me fanno una cosa, quelli intorno a lui possono pensare ad altre cose.

“Penso che l’importante sia che ognuno sia diverso. Lui è diverso da me, direi. Ma ovviamente in modo molto positivo.

“Si presenta in tribunale, non c’è niente di male. Voglio dire, al contrario, fa le cose giuste nei momenti giusti”.

Musetti, che quest’anno è arrivato 76esimo dopo le semifinali sia ad Acapulco che a Lione, si è dichiarato qualificato battendo Kei Nishigori e Stan Wawrinka agli Open d’Italia alla fine del 2020.

Ha iniziato il torneo Challenger in questa stagione, ma la vittoria al primo turno di David Coffin, 13° in classifica, sesta vittoria in nove partite contro i primi 20 giocatori, è l’ultimo indicatore della rapida ascesa di un giocatore.

“Lorenzo, penso che sia un giocatore incredibile. Può fare qualsiasi cosa con la palla. Ha molte opzioni. Dimostra che può giocare molto bene a tennis”, ha detto Sinner.

“Molti mi chiedono chi è meglio di me o Lorenzo? Penso che questo sia molto buono soprattutto per i fan italiani.

“Abbiamo due stili diversi di giocatori, due persone diverse dentro e fuori dal campo. Penso che abbia talento, molto, molto talento, forse più di me”.

Musetti è diventato la sesta persona a finire ottavi nel suo primo Grande Slam dal 2000, la prima volta in 15 anni che due giovani hanno raggiunto questa fase della competizione.

READ  La polizia italiana arresta l'uomo che ha assunto Hitman nel dark web

“Entrambi abbiamo grandi, grandi nemici ora”, ha detto Sinner. “È difficile in un certo senso, difficile giocare contro di loro.

“Penso che sia un buon test in un certo senso. In un altro ho già giocato due volte contro Rafa. Quindi questa volta sarà un po’ diverso”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it