Il turismo italiano rischia di migliorare ancora entro il 2023: esperti

Il turismo italiano rischia di migliorare ancora entro il 2023: esperti

Roma, 9 maggio (IANS): Il settore del turismo inciampato in Italia ha sospirato quando il primo ministro Mario Draghi ha detto che il paese riaprirà ai turisti internazionali a metà maggio, ma gli analisti affermano che il settore dovrà ancora aspettare fino al 2023 per riprendersi completamente dagli effetti del coronavirus. Diffusione internazionale.

Il turismo è stato a lungo un pilastro importante dell’economia italiana. Nel 2019, secondo l’agenzia di stampa Xinhua, rappresentava circa il 13% del PIL (PIL) del paese.

Ma il settore ha subito un effetto paralizzante con il primo blocco del virus corona nel paese 14 mesi fa.

Secondo Marina Lally, presidente della federazione viaggi e turismo Federtismo Confindustria, l’epidemia è costata all’industria del turismo italiana almeno 70 miliardi di euro (84 miliardi di dollari) solo lo scorso anno.

Ricordando le osservazioni del Primo Ministro durante il Vertice ministeriale del turismo del G20 del 4 maggio, ha detto che la buona notizia è che Drake è stato in grado di attirare potenziali turisti in Italia.

“Ma l’industria del turismo avrà bisogno di più lavoro e tempo per riparare i danni causati dall’epidemia”.

Gianfranco Lorenzo, responsabile della ricerca presso il Centro per la ricerca sul turismo di Firenze, concorda con Lally, affermando che le aziende del settore turistico sono “ottimiste” al di là di tutto.

“Il settore è stato colpito duramente e la sua ripresa non sarà rapida”, ha detto in un’intervista Lorenzo Xinhua.

“Penso che vedremo un miglioramento graduale da questo punto in poi se non ci saranno ricadute (associate a infezione)”.

Mentre Lally e Lorenzo riconoscono che lo scenario peggiore è “dietro di noi”, prevedono che non sarà fino alla seconda metà del 2023 che il settore turistico italiano tornerà alla sua fase pre-epidemica.

READ  'Bringing a True Italian Experience': Spiceria arriva a Berkeley

Secondo Lorenzo, il ritorno “finale” a quella posizione sarà graduale e incoerente.

“L’Italia sarà una delle migliori destinazioni turistiche del mondo”, ha detto.

“Ma vediamo che il ritmo della ripresa varia a seconda delle regioni del mondo. Non ci sarà epidemia finché sarà sotto controllo ovunque. Questo è il motivo per cui è atteso da tanto tempo che il settore turistico si riprenda”.

Secondo Lalli, l’arrivo degli stranieri in Italia segna la fase finale della ripresa del settore.

“I turisti domestici stanno già cercando di riscoprire il loro paese”, ha detto.

“Nel tempo viaggeranno più lontano da casa e poi visiteranno altre parti d’Europa. Il processo potrebbe iniziare presto. Alla fine, saremo in grado di accogliere anche visitatori da altri continenti”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it