Le aziende cinesi e italiane possono cooperare nella conversione dell’energia a zero emissioni di carbonio

Le aziende cinesi e italiane possono cooperare nella conversione dell’energia a zero emissioni di carbonio

Un funzionario italiano ha dichiarato venerdì che le aziende cinesi e italiane potrebbero cooperare efficacemente nel più ampio processo di conversione dell’energia per la neutralità del carbonio.

“In settori come le energie rinnovabili, l’efficienza energetica, la digitalizzazione delle infrastrutture energetiche … le aziende cinesi e italiane possono cooperare con successo”, ha affermato il ministro per il cambiamento ambientale Roberto Singolani.

Lo ha commentato il ministro in un videomessaggio inviato al convegno “Italia-Cina: cambiamento energetico – Verso una crescita sostenibile”, che ha riunito funzionari, esperti e imprenditori di entrambi i Paesi.

Il suo intervento ha preceduto tre sessioni di gruppo separate, ciascuna dedicata a diversi aspetti della trasformazione energetica (il futuro dei combustibili fossili, progetti innovativi di decarbonizzazione e la roadmap 2030 per città intelligenti e sostenibili).

Rappresentanti di eminenti esperti, studiosi e aziende private hanno scambiato opinioni su come ridurre il consumo di energia fossile e le emissioni di gas serra entro il 2030 ed eliminarle nell’UE entro il 2050 e in Cina entro il 2060.

I membri del team hanno descritto in dettaglio gli sforzi di trasformazione dei settori economici più rilevanti come la mobilità e i trasporti, nonché il crescente utilizzo di nuove fonti energetiche o l’agricoltura per ridurre l’uso di fertilizzanti chimici e migliorare la produttività e l’efficienza energetica. Le discussioni si sono svolte all’interno della più ampia struttura dell’economia circolare.

“L’economia circolare è un universo ancora da scoprire e l’Italia, con le sue aziende innovative, è ben consolidata”, ha affermato Singolani.

Nel contesto delle relazioni sino-italiane, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 26) co-ospitata dall’Italia a novembre – ONU Il funzionario ha detto che c’era un forte legame tra la Conferenza sulla biodiversità (COP 15). Apertura in Cina ad ottobre.

READ  I migliori 30 Stelle Marine Per Decorazioni per te

“Entrambi gli eventi si concentrano sulla lotta al cambiamento climatico, compresa la conservazione e il ripristino della biodiversità”, ha affermato.

Alla conferenza sono intervenuti l’Ambasciatore italiano in Cina Luca Ferrari e Zhang Jianhua, Presidente della China’s National Energy Administration.

L’evento è stato organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Cina, dalla Camera di Commercio Italiana (ICE) e dalla Camera di Commercio Italiana in Cina nell’ambito del Co-Presidente Italiano della COP26 e dell’organizzazione delle celebrazioni della Giornata Italiana della Ricerca nel mondo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it