Ordinanza SC per l’annullamento di procedimenti penali contro marinai italiani

Ordinanza SC per l’annullamento di procedimenti penali contro marinai italiani

In vista del deposito di Rs 10 crore a titolo di risarcimento effettuato dalla Repubblica italiana, venerdì la Corte suprema ha stabilito che i marinai italiani Massimiliano Latorre e due pescatori indiani sono stati uccisi in relazione alla sparatoria indiana del 2012 vicino alla costa di Salvador Grone-Kerala .

La corte ha detto che l’ordine sarebbe stato emesso martedì.

Un banco di sezione Il giudice Indira Banerjee e il giudice MR Shah Dopo aver accettato il risarcimento di 10 crore di rupie pagato dall’Italia alle vittime della sparatoria del 2012 in acque internazionali al largo delle coste del Kerala, il Centro sta esaminando una domanda presentata da due marinai italiani in India per la conclusione di procedimenti penali.

Il procuratore generale indiano Mr. Tushar MehtaIl collegio ha informato la Repubblica Italiana che l’indennità era stata depositata presso il Governo dell’Unione e che l’Unione aveva depositato la stessa somma in Cassazione come da precedente orientamento della Corte.

Poiché il governo del Kerala ha suggerito di risarcire anche le persone ferite nell’incidente, resta la questione della ripartizione dell’importo del risarcimento. “Questo importo deve essere condiviso dal governo del Kerala”, ha detto il procuratore generale.

Avvocato senior Sohail DuttaIl Collegio, in rappresentanza della Repubblica Italiana, ha chiesto l’annullamento del procedimento penale pendente contro i due marinai italiani in relazione al lodo del Tribunale Internazionale.

Secondo la sentenza del tribunale, il potere di perseguire il procedimento penale spetta all’Italia, ma non all’India.

Durante l’udienza, il tribunale ha espresso preoccupazione su come sarebbe stato condiviso e pagato il risarcimento.

Avvocato Senior KN BalagopalIl banco che rappresenta lo stato del Kerala ha affermato che il governo dello stato ha accettato l’accordo dopo aver verificato il consenso degli eredi delle vittime.

READ  Nuovi viaggi italiani in arrivo al Bolton Market

Il tribunale ha osservato che l’Alta Corte del Kerala potrebbe essere condannata a trasferire il risarcimento di 10 crore di rupie per decidere la distribuzione e il pagamento dell’importo tra le vittime.

Il 9 aprile 2021, la Corte Suprema ha osservato che i procedimenti penali pendenti in India contro due marinai italiani nel caso Enrica Lexi sarebbero stati chiusi solo dopo che la Repubblica Italiana li avrebbe depositati. 2012.

Il tribunale ha incaricato la Repubblica Italiana di depositare l’importo del risarcimento sul conto indicato dal Ministero degli Affari Esteri sulla base del lodo del Tribunale Internazionale e ha chiesto al Ministero di depositarlo in Cassazione entro una settimana. Riceve tale importo dal governo italiano.

Il Centro aveva in precedenza dichiarato alla corte di vertice che l’India non ha giurisdizione per perseguire la marina italiana in relazione all’incidente della sparatoria in mare se è mediato dal diritto marittimo delle Nazioni Unite. Il Procuratore Generale aveva, quindi, chiesto alla Corte Suprema di annullare le cause ai sensi dell’articolo 142 della Costituzione in quanto il tribunale di primo grado non poteva funzionare presso la Corte Internazionale di Giustizia.

Nel luglio dello scorso anno, la Corte permanente di giustizia (PCA) ai sensi del diritto del mare delle Nazioni Unite ha stabilito che l’India ha il diritto di chiedere un risarcimento all’Italia per la morte dei pescatori indiani. Tuttavia, il tribunale internazionale ha stabilito che l’India non aveva giurisdizione per avviare procedimenti penali perché la marina aveva l’immunità sovrana.

Successivamente, il Centro ha informato la Corte Suprema che stava accettando il lodo PCA e ha cercato di annullare le cause pendenti contro i Marines.

READ  Inaugurazione Van Dutch Paris Luxury Limited Italian Denim Collection

La Corte Suprema aveva detto al Centro lo scorso agosto che i casi non sarebbero stati archiviati senza consultare le famiglie delle vittime.

L’incidente è avvenuto il 15 febbraio 2012, a circa 20,5 miglia nautiche al largo della costa del Kerala. Il peschereccio “Sant’Antonio” ha superato la nave cisterna battente bandiera italiana “Enrica Lexi”. Due marinai a bordo della nave – Massimiliano Ladore e Salvador Giron – hanno erroneamente pensato che fosse “Sant’Antonio” per una barca pirata e hanno sparato su di essa. Due pescatori, Valentine Jalastin e Ajesh Pinki, sono stati uccisi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it