Quasi 500 opere false di Francis Bacon sequestrate in Italia – ARTnews.com

Quasi 500 opere false di Francis Bacon sequestrate in Italia – ARTnews.com

La polizia italiana ha sequestrato quasi 500 opere d’arte ritenute contraffatte da Francis Bacon. Le opere d’arte con vari effetti personali catturati valgono circa 3 milioni di (circa 3,5 milioni di dollari). Cinque dei sette sospetti sono stati accusati di cospirazione per autorizzare e commerciare opere d’arte contraffatte, insieme a frode e riciclaggio di denaro, secondo una dichiarazione rilasciata dalle autorità italiane venerdì.

Il principale sospettato arrestato nell’operazione era un collezionista d’arte bolognese. In precedenza era stato sottoposto a un’indagine del 2018 nota come Operazione Paloma, in cui sono stati scoperti due falsi Picasso e altre opere sospette di bacon.

articoli Correlati

Secondo la Polizia italiana, il sequestro di 485 opere è “prevenzione” per fermare la vendita fraudolenta di altre opere d’arte contraffatte. Le opere recuperate saranno esaminate da esperti per determinarne l’autenticità.

Nel 2018, le forze di polizia italiane hanno scoperto un gruppo di opere d’arte contemporanee, tra cui due mappe con le firme di Francis Bacon, e hanno condotto la prima indagine dopo aver trattenuto uno dei primi cinque sospetti senza nome.

La polizia italiana ha anche detto che c’era un piano per riconoscere le mappe false nel mercato dell’arte “una decisione per aumentare le loro ‘quotazioni’ e poi rivenderle attraverso preziose mostre nazionali e internazionali, elenchi, siti web, fondazioni e società di diritto estero”.

Le autorità fiscali hanno condotto un’indagine successiva, che nel 2018 ha rilevato che lo stesso sospettato, che era indagato, non corrispondeva alle transazioni finanziarie tra paesi esteri con le sue fonti legali di reddito. In tale dichiarazione, un indagato nel caso sosteneva che le opere fossero state fornite direttamente dall’artista.

READ  Il watchdog italiano avvia un'indagine sull'accordo per lo streaming di giochi TIM

I falsi delle opere di Francis Bacon hanno già suscitato scalpore nel mercato. Nel 2016 la London Gallery ha esposto opere selezionate su carta provenienti da un prestito del collezionista Cristiano Lovatelli Rovarino di Bologna. Sebbene l’ex alleato di Bacon, Rovarino, affermi che le opere gli siano state donate direttamente dall’artista, gli storici e Martin Harrison, autore della tavola Risenne di Bacon, negano l’autenticità della collezione.

Il rappresentante della piantagione Francis Bacon non ha risposto immediatamente ARTnews Per feedback.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it