Un giudice italiano ha ordinato il processo a quattro funzionari egiziani in relazione all’omicidio di Regini

Un giudice italiano ha ordinato il processo a quattro funzionari egiziani in relazione all’omicidio di Regini

Un giudice italiano ha ordinato martedì un’indagine sul presunto coinvolgimento di quattro alti membri dei servizi di sicurezza egiziani nella scomparsa e nell’omicidio dello studente Giulio Regini al Cairo nel 2016.

Regini, uno studente laureato presso l’Università di Cambridge nel Regno Unito, è scomparso nel gennaio 2016 nella capitale egiziana. Il suo corpo è stato ritrovato quasi una settimana dopo e un’autopsia ha rivelato che era stato torturato prima di morire.

I pubblici ministeri italiani affermano che quattro funzionari egiziani erano responsabili del “brutto rapimento” di Regene mentre uno su quattro era coinvolto in una “cospirazione per commettere un odioso omicidio”.

Il giudice Pierloki Palestrie, che ha presieduto l’udienza preliminare, ha stabilito che c’erano prove sufficienti per accusare gli uomini e ha ordinato che il loro processo iniziasse il 14 ottobre.

Non ci sono stati commenti immediati dall’Egitto. La polizia e le autorità egiziane hanno ripetutamente negato qualsiasi coinvolgimento nella scomparsa e nell’omicidio di Regini. leggi di più

Avvocati italiani ed egiziani hanno indagato insieme sul caso, ma in seguito entrambe le parti si sono ritirate e sono arrivate a conclusioni molto diverse.

Tutti e quattro gli imputati appartengono alla Divisione Investigazione Pubblica come il maggiore Magdi Sharif negli atti giudiziari; Magg. Gen. Tarek Sabir, ex capo della difesa dello stato; Il colonnello della polizia Hisham Helmi; E il colonnello Athar Kamal, ex capo della municipalità del Cairo.

Lo sceriffo era solo una delle quattro persone accusate di omicidio.

“Diritto alla verità”

Fonti giudiziarie italiane hanno affermato che i loro omologhi egiziani non hanno fornito gli indirizzi dei quattro ufficiali e che nessuno di loro sarà presente al processo.

READ  I migliori 30 Orecchini Cerchio Oro per te

Gli avvocati della difesa nominati dal tribunale hanno sostenuto martedì che il caso non dovrebbe essere perseguito perché non era certo che nessuno dei sospettati fosse a conoscenza del procedimento.

Il giudice ha annullato la loro obiezione, sostenendo che la notizia del processo era passata inosservata.

I genitori di Regeney erano in tribunale martedì e hanno accolto con favore la decisione del giudice, ha detto l’avvocato di famiglia.

“Speriamo che a Giulio non venga negato il diritto alla verità. Tutti gli altri diritti gli sono stati negati”, ha detto ai giornalisti Alessandra Palerini.

Regini era al Cairo per studiare i sindacati indipendenti dell’Egitto per la sua tesi di dottorato. Gli alleati affermano che è da tempo interessato a dominare l’economia egiziana da parte dello stato e dell’esercito. Entrambi i soggetti sono sensibili in Egitto.

I pubblici ministeri affermano di avere le prove che lo sceriffo ha ottenuto informatori per perseguire Regini e alla fine lo ha arrestato. Durante l’accusa, lo sceriffo e altri funzionari egiziani non identificati hanno torturato Regini per diversi giorni, provocandole “gravi sofferenze fisiche”.

Fornendo i dettagli dell’autopsia, i pubblici ministeri affermano che i denti di Regene erano rotti, così come le fratture multiple alle spalle, ai polsi, alle braccia e alle gambe. Alla fine è stato strangolato a morte.

I nostri standard: Principi della Thomson Reuters Foundation.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UFFICIOSPETTACOLI.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Ufficio Spettacoli.it